Condividi:

Riceviamo e pubblichiamo da parte del GRUPPO CONSILIARE “PD TERME VIGLIATORE”: “AUTOSOSPENSIONE MOMENTANEA ALLA PARTECIPAZIONE DELLE SEDUTE CONSILIARI

IL CLIMA DI OSTILITA’ POLITICA CHE SI REGISTRA A TERME VIGLIATORE CAUSATO DAL COMPORTAMENTO, DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO, DI OSTRUZIONISMO E DI IMPEDIMENTO DEI LEGITTIMI DIRITTI ISTITUZIONALI DELLA MINORANZA, COSTRINGE GLI SCRIVENTI AD UNA SCELTA DIFFICILE E SOFFERTA QUELLA DI AUTOSOSPENDERSI MOMENTANEAMENTE DALLA PARTECIPAZIONE DEI LAVORI CONSILIARI A FAR DATA DALLA SEDUTA ODIERNA.

TUTTO CIO’ E’ DETTATO DA UNA SERIE DI RAGIONI CHE, SEPPUR SEMPRE RECLAMATE DA QUESTA MINORANZA NON SOLO NON HANNO TROVATO IL GIUSTO ACCOGLIMENTO, NE REGISTRATE MODIFICHE NEGLI ATTEGIAMENTI DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO MA, NEL TEMPO SI SONO AGGRAVATE LEDENDO SEMPRE PIU’ I DIRITTI E LE PREROGATIVE DEI CONSIGLIERI SCRIVENTI.
IL VERIFICARSI DI CONTINUI EPISODI CHE HANNO MINATO IL RUOLO DEGLI STESSI, RISPETTO AL VIGENTE REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE, ALLO STATUTO, AL TUEL E PRINCIPALMENTE A TUTTI I CITTADINI CHE VEDONO PRIVARSI DEL DIRITTO ALLA PARTECIPAZIONE ATTRAVERSO I PROPRI RAPPRESENTANTI, HANNO FATTO MATURARE QUESTA SOFFERTA DECISIONE.
IN PARTICOLARE SI METTE IN EVIDENZA :

– A SEGUITO NOTA PROTOCOLLO N° 0005266/17 DEL 19/04/17 CON LA QUALE N° 7 CONSIGLIERI SU 15 CHIEDEVANO UNA CONVOCAZIONE DI CONSIGLIO COMUNALE GIUSTO REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE ART 14 COMMA 4 IN ATTUAZIONE DI QUANTO PRESCRITTO ALL’ ARTICOLO 18 DELLO STATUTO COMUNALE “IL PRESIDENTE E’ TENUTO A CONVOCARE IL CONSIGLIO IN UN TERMINE NON SUPERIORE A 20 GIORNI, QUANDO LO RICHIEDA UN QUINTO DEI CONSIGLIERI, INSERENDO ALL’ O.D.G. LE QUESTIONI RICHIESTE”, RIGUARDANTI :
1- DISASTRO AMBIENTALE ED IGIENICO-SANITARIO EMERGENZA SVERSAMENTO DISCARICA DI MAZZARRÀ SANT’ ANDREA.
2- PROPOSTA DI PROJECT FINANCING.
3- STATUS PIANO DI RIEQUILIBRIO.
4- STATUS PIANO REGOLATORE.
IN OSSEQUIO A TALE PREVISIONE IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO AVREBBE DOVUTO CONVOCARE IL CONSIGLIO SUI PREDETTI PUNTI ENTRO I 20 GIORNI PRESCRITTI, MENTRE CIO’ NON HA FATTO.
VI E’ DI PIU’, CON NOTA PROTOCOLLO N° 0007083/17 DEL 24/05/17 TRASMESSA AGLI SCRIVENTI IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO HA TESTUALMENTE AMMESSO “DI NON AVER RITENUTO OPPORTUNO CONVOCARE IL CONSIGLIO” SUI PUNTI RICHIESTI DAI CONSIGLIERI DI MINORANZA, VIOLANDO DELIBERATAMENTE LE NORME STATUTARIE E REGOLAMENTARI SU INDICATE.

– IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO NON HA MAI RIUNITO UNA CONFERENZA DEI CAPOGRUPPO ALLO SCOPO DI DEFINIRE E CONCORDARE I LAVORI CONSILIARI E SOPRATTUTTO IL GIORNO E L’ ORA DEGLI STESSI AFFINCHE’ VENGANO COSI GARANTITI PARI DIRITTI PER TUTTI VIOLANDO, COSI’ FACENDO, IL RUOLO DI IMPARZIALITA’ CHE DOVREBBE RICOPRIRE.

– I VERBALI DI DELIBERAZIONE DEI CONSIGLI COMUNALI NON RIPORTANO MAI INTEGRALMENTE LE DICHIARAZIONI RESE DALLA MINORANZA NELLE SEDUTE DEI CONSIGLI, CIRCOSTANZA CHE NON SI VERIFICA PER QUELLE RESE DAL SINDACO O DA ALTRI RAPPRESENTANTI DELLA MAGGIORANZA.

– UN ALTRO ASPETTO DA EVIDENZIARE, IN TUTTA LA SUA CONNOTAZIONE NEGATIVA, E’ LA MANCATA RISPOSTA DEL SINDACO ALLE NUMEROSISSIME INTERROGAZIONI DELLA MINORANZA, MA ANCHE NOSTRE MOZIONI APPROVATE DAL CONSIGLIO COMUNALE E DISATTESE

RITENENDO NON PIU’ TOLLERABILI COMPORTAMENTI COSI’ LESIVI, I SOTTOSCRITTI CONSIGLIERI COMUNALI, PERTANTO, INFORMANO IL PREFETTO, L’ ASSESSORATO AUTONOMIE LOCALI-SERVIZIO ISPETTIVO, IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO, IL SINDACO, IL SEGRETARIO COMUNALE E L’ INTERO CONSIGLIO COMUNALE CHE NON PARTECIPERANNO PIU’ ALLE RIUNIONI DEI CONSIGLI COMUNALI E A TUTTI GLI IMPEGNI CONSEGUENTI, PUR MANTENENDO IL DIRITTO AL RICEVIMENTO DELLA DOCUMENTAZIONE DI RITO, FINO A QUANDO NON VERRA’ RIPRISTINATA LA NORMALE AGIBILITA’ POLITICO-AMMINISTRATIVA.
CHIEDONO
UN INTERVENTO URGENTE, A SEGUITO DELL’ AUDIZIONE GIÀ TRASMESSA, A S.E. IL PREFETTO E ALL’ ASSESSORATO AUTONOMIE LOCALI PERCHÉ FINALMENTE VENGA POSTA FINE A QUESTA PERDURANTE SITUAZIONE DI ILLEGITTIMITÀ DELLA GESTIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE E DELLA MANCATA OSSERVANZA DEI DIRITTI DEI CONSIGLIERI COMUNALI DI MINORANZA”.

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.