A Terme Vigliatore, la Proloco di Sinagra in gita con Comuni Fioriti

Condividi:
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"
Macrolibrarsi

Un nutrito gruppo di cittadini di Sinagra domenica prossima sarà in visita turistica a Terme Vigliatore. L’iniziativa organizzata dalla Pro Loco di Sinagra con la sua Presidente Dott.ssa Enza Mola inaugura, di fatto, una serie di visite e scambi culturali tra i paesi siciliani aderenti alla rete del Circuito Nazionale Comuni Fioriti e pensati da anni in collaborazione con il coordinatore regionale Asproflor Michele Isgrò.

L’imput decisivo per la visita a Terme Vigliatore è scaturito durante un corso di giardinaggio che si è tenuto a Sinagra nei mesi scorsi. In particolare nell’ultima lezione la coinvolgente presenza del vivaista Carmelo Scilipoti con i suoi agrumi particolari ha suscitato notevole curiosità, da qui l’invito a visitare il Vivaio La Palmara che ha entusiasmato anche la famiglia Russo, ideatrice e sostenitrice del corso voluto per ricordare la signora Rosina Pintabona, appassionata amante dei fiori mancata qualche tempo fa. Iniziativa che ha avuto anche la piena approvazione del Comune di Sinagra con il Sindaco Nino Musca e della ProLoco Sinagra con diversi e qualificati docenti come l’Agronomo Luca Garofalo e il Prof. Antonino Messina e dell’Associazione Nazionale Produttori Florovivaisti Asproflor/Comuni Fioriti.
Abbastanza vario il programma previsto della ProLoco Sinagra, il pulmann farà la prima tappa del tour presso l’azienda Senia Plant dove il Dott. Paolo D’Amico illustrerà le innumerevoli specie floricole di stagione, poi spazio alle produzioni di piante di agrumi particolari presso l’Azienda La Palmara dove sono presenti oltre 250 varietà di agrumi ricercati nel mondo e agli olivi ornamentali dell’Azienda OliviaPlant. Molto particolare sarà il pranzo definito “open green” con pietanze cucinate con foglie e parti di agrumi ma anche con fiori edibili dalle zagare di limone al fiore di mirto con l’immancabile assaggio di “Finger Lime” meglio conosciuto come caviale degli agrumi, la proloco Sinagra si è affidata al ristorante La Lampara già conosciuto per le trasmissioni televisive su La7 con Luca Sardella.
Per la visita ai punti rappresentativi di Terme Vigliatore la Dott.ssa Enza Mola si è avvalsa della collaborazione della locale Pro Loco di Terme Vigliatore con il Presidente Ugo Da Campo e dell’Amministrazione Comunale con l’Assessore Santo Buglisi. Prevista la visita agli scavi e ai particolarissimi mosaici della Villa Romana di San Biagio, la visita alla sorgente Fonte di Venere e allo stabilimento termale Parco Augusto, e alla Chiesa dei Benedettini risalente al 1200.
L’interscambio tra i due Comuni Fioriti non potrà prescindere dalla visita alle aree verdi, ci penserà Michele Isgrò presente nella veste di Vice Presidente Nazionale di Asproflor/Comuni Fioriti per sugellare l’incontro tra i due comuni del circuito, ma essendo in casa propria e soprattutto da ex Assessore al verde pubblico del comune termale, gli sarà semplice condurre la comitiva sinagrese e illustrare essenze e caratteristiche dal Parco Urbano dei Benedettini a Piazza Cattafi, dalle soluzioni nelle aiuole spartitraffico al salotto della città, ossia la curatissima Piazza Municipio, fiori all’occhiello curati dalla encomiabile squadra verde pubblico di Terme Vigliatore.
Il Sindaco di Terme Vigliatore Dott. Domenico Munafò con l’Amministrazione Comunale ed alcuni componenti della ProLoco, incontreranno la delegazione di Sinagra per un saluto Istituzionale ed il convenzionale scambio di doni e ricordi. Prevista anche la lettura di alcune poesie dedicate a Sinagra e scritte dal Poeta Prof. Domenico Orifici e alcune dedicate a Terme Vigliatore del Poeta Bartolo Cattafi.
La giornata di visita è aperta a chiunque ne volesse prendere parte, con semplice prenotazione attraverso la ProLoco di Sinagra, o per eventuali informazioni attraverso la ProLoco e il Comune di Terme Vigliatore.

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.