Condividi:

“Dopo due anni e mezzo di sacrificio, confronto costante e supporto, sia tecnico ‘totalmente gratuito’ che logistico, all’ Arch. Tomasello, l’avevo promesso e l’ho mantenuto, il P.U.D.M. di Terme Vigliatore, oggi, realtà”, ad annunciare che il ‘Piano di Utilizzo del Demanio Marittimo’ è stato pre-approvato è l’ex consigliere comunale Domenico Feminò.

“Il Piano é stato seguito dal sottoscritto passo passo, step by step, finanche nelle scorse settimane, – spiega Feminò – quando bisognava mettere a posto le ultime accortezze per la definitiva pre-validazione dei documenti da parte del Demanio. Mi sono recato personalmente a Messina più volte per confrontarmi con il funzionario preposto. Quando tutti riescono in un obiettivo non ci si può vantare di essere stati bravi, come qualcuno tenta di fare, quella si chiama normalità.

Quando invece si riesce a fare qualcosa di diverso, qualcosa in aggiunta rispetto agli altri, il territorio ingrana una marcia in più. Oggi, oltre il trascorso, posso affermare che il mio passaggio da consigliere comunale a Terme Vigliatore non é stato inutile, anzi.

Oggi, grazie alla professionalità dell’Architetto Tomasello ma anche alla caparbietà e testardaggine del sottoscritto, il PIANO DI UTILIZZO DEL DEMANIO MARITTIMO é una realtà che Terme Vigliatore può vantare, rispetto ad altri comuni, di aver raggiunto.
Strumento programmatorio, reale, di cui il nostro territorio può disporre. La politica di questo deve occuparsi! Cambiare in meglio i territori ed innescare economie attraverso azioni strutturali come questa.

Per creare posti di lavoro, per creare turismo, per creare opportunità per i ragazzi, bisogna prima creare le condizioni, il P.U.D.M. da le possibilità per fare tutto ciò, quindi, da questo punto di vista, il sottoscritto ha fatto la sua parte, scusatemi se non sono riuscito a fare di più, ma capite bene che le condizioni per lavorare allo sviluppo del territorio erano pressocché nulle, ma io non ho mai mollato ed il Piano, adesso, è una risorsa per tutti.

Quindi Terme Vigliatore, finalmente torna ad assumere quel ruolo di leadership e riferimento che aveva prima ottenuto e poi perduto in questi ultimi anni.

Un grande risultato che verrà preso a riferimento dai comuni siciliani costieri che vorranno dotarsi di questo importantissimo strumento programmatorio per lo sviluppo economico e turistico del loro territorio.

Mi ripeto, l’ho promesso e l’ho mantenuto, nonostante tutto, superando momentanei periodi di sconforto, sempre con tutti i cittadini di Terme Vigliatore nel cuore.

Grazie per avermi dato la volontà e la grinta di andare avanti. In un periodo di pandemia come questo bisogna dare fiducia e speranza ad i più giovani, Terme Vigliatore adesso ha una prospettiva concreta per il suo sviluppo turistico, focalizzato, in questo caso sulla balneazione.

Come vedete ho continuato anche da consigliere dimissionario e non mi fermerò di certo qui se i cittadini continueranno a darmi fiducia. Da oggi, si guarda avanti, da oggi, per il sottoscritto comincia la ‘maratona elettorale’ che dovrà condurre il paese ad un nuovo governo, dove il traguardo da raggiungere non può e non deve essere l’ordinaria amministrazione, la normalità, ma l’eccezione e la progressione che Terme Vigliatore merita è può ottenere. Come? É stato dimostrato…..”

 

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.