Condividi:

Non usa mezzi termini il sindaco della città delle Terme, a seguito dell’arresto del consigliere comunale Salamone invischiato nell’Operazione Triade che nella giornata di ieri ha portato ll’arreto di 21 persone tra Tortorici, Terme Vigliatore e Barcellona.

Con un comunicato stampa, scritto a stampatello, forse per voler rimarcare la posizione, il primo cittadino è pronto fare un passo indietro nel momento in cui il consigliere arrestato non si dimettesse dal proprio ruolo in seno al consiglio termense.

Ecco il contenuto della nota stampa diffusa dal comune delle Terme:”IL SINDACO DOTT. BARTOLO CIPRIANO UNITAMENTE ALL’AMMINISTRAZIONE COMUNALE ESPRIME UN PLAUSO ED UN SENTITO RINGRAZIAMENTO AGLI INQUIRENTI ED ALLE FORZE DELL’ORDINE PER LA BRILLANTE OPERAZIONE PORTATA A TERMINE NELLE ULTIME ORE CONTRO LA CRIMINALITA’ ORGANIZZATA. CON RAMMARICO, ABBIAMO APPRESO IL COINVOLGIMENTO DI UN COMPONENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE NELL’ OPERAZIONE “TRIADE” , E NONOSTANTE I REATI CONTESTATI NON ATTENGANO ALLA SFERA DI NATURA POLITICA-AMMINISTRATIVA , SI ATTENDE PER SENSO DI RESPONSABILITA’ CHE LO STESSO RIMETTA, NEI TEMPI CONSENTITI DALLA LEGGE, LE DIMISSIONI DALLA CARICA CHE RICOPRE, AFFINCHE’ POSSA SERENAMENTE FARE CHIAREZZA SULLA SUA POSIZIONE. QUALORA QUESTO NON AVVENGA, IL SINDACO SENZA ESITAZIONE RIMETTERA’ IL PROPRIO MANDATO, ONDE EVITARE QUALSIASI FORMA DI STRUMENTALIZZAZIONE E/O SPECULAZIONE CHE POSSA LEDERE L’IMMAGINE DELL’AMMINISTRAZIONE E DELL’INTERA COMUNITA’. Sulla stessa linea anche il presidente del consiglio Gennaro Nicolò: “IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE DOTT. GENNARO NICOLO’ SI COMPLIMENTA CON LA MAGISTRATURA E CON LE FORZE DELL’ORDINE PER L’AZIONE MERITORIA SVOLTA CONTRO LA CRIMINALITA’ ORGANIZZATA”.

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.