Condividi:

“Grazie al Governo Conte II, in particolare con la legge di bilancio 2021 è stato istituito un importante fondo, per tutti gli enti in dissesto o pre-dissesto, finalizzato al finanziamento di interventi per la messa in sicurezza o progettazione e costruzione di nuovi rifugi per cani randagi a cui sono stati destinati 5 milioni di euro l’anno per il 2021 e per il 2022”. dichiarano i deputati messinesi Alessio Villarosa e Antonella Papiro.

“Abbiamo inviato una lettera a tutti i sindaci della provincia di Messina affinchè possano essere informati dell’importante possibilità e possano così presentare un progetto vitale per tutto il comprensorio tirrenico e richiedere così i contributo per la progettazione di nuovi canili pubblici.
Il territorio di tutta la provincia è fortemente penalizzato, da decenni, dalla totale assenza di rifugi pubblici che possano ospitare i randagi, assenza che pesa soprattutto sulle casse di tutti gli enti locali in quanto è bene ricordare come tutti i randagi senza microchip siano di proprietà e diretta responsabilità del Sindaco del comune in cui esso viene ritrovato, ed è proprio per questo motivo che ci teniamo ad invitare con forza, soprattutto i comuni più grandi ed in pre-dissesto come Messina e Barcellona Pozzo di Gotto, a partecipare a tale avviso pubblico che destina somme importanti anche e soprattutto per la costruzione ex novo di rifugi pubblici per cani randagi.
Continuiamo a lavorare nel e per il territorio, insieme a tutti i volontari, le associazioni e tutti gli enti locali affinchè si possa affrontare definitivamente un problema così importante”, concludono i deputati.

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.