Condividi:

Il tour dei portavoce regionali e nazionali in alcuni delle tappe più caratteristiche del tragitto, fra binari, tunnel e antichi ponti risalenti ai primi anni del ‘900: «Un’occasione importante per dare nuova linfa al territorio, valorizzandone le potenzialità commerciali e culturali».

Si è svolto ieri mattina il sopralluogo dei portavoce nazionali e regionali del M5s lungo l’ex tratta ferroviaria Alcantara-Randazzo, che potrebbe presto essere riconvertita in un percorso turistico: un’idea, già finanziata da una Legge Statale del 2017, per la quale si attendono adesso le mosse del Governo regionale.

Il tour ha preso il via alla stazione Alcantara ed è proseguito quindi a Gaggi, Motta Camastra e Francavilla di Sicilia, con delle soste in alcuni dei punti più caratteristici del tragitto, fra binari, tunnel e antichi ponti risalenti ai primi anni del ‘900. A prendere parte alla visita, insieme all’associazione “Fva” e all’assessore del Comune di Taormina Nunzio Corvaia, i deputati regionali Valentina Zafarana, Antonio De Luca e Gianina Ciancio e i portavoce nazionali Antonella Papiro e Grazia D’Angelo.

«Stamani – spiegano – abbiamo avuto modo di confrontarci con i rappresentanti dell’”Associazione Ferrovia Valle Alcantara”, che ci hanno illustrato lo stato dell’arte, e abbiamo approfondito i passaggi necessari a livello nazionale e regionale per condurre l’opera in porto. Il percorso, da compiere a bordo di un treno storico, può rappresentare un’occasione importante per dare nuova linfa al territorio, grazie alla presenza delle tante opere ingegneristiche e architettoniche che caratterizzano un contesto naturale di raro pregio fra i monti e il mare, in una delle zone più belle della provincia. L’obiettivo è quello di riqualificare e mettere in sicurezza la tratta, in disuso ormai da anni, e riconvertirla a fini turistici, valorizzandone le potenzialità commerciali e culturali, con relative ricadute sul fronte occupazionale, e offrendo un servizio aggiuntivo ai cittadini», concludono i portavoce, che solleciteranno la Regione e Roma, per quanto di loro competenza, a procedere con tutte le azioni necessarie al proseguimento dell’iter.

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.