Condividi:

La Città Metropolitana di Messina ha avviato la fase esecutiva degli interventi sulle arterie stradali provinciali mirati a fronteggiare le maggiori criticità.
In particolare le strade provinciali interessate sono: la S.P. n° 42 di Casazza circa al km 1+400, al km 1+800, al km 2+600, tra il km 3+300 e il km 3+600 e infine al km 4+100; la S.P. n° 44 di Campo Italia in più tratti per complessivi 1.000,00 metri; la S.P. n° 46 di Lago Grande per complessivi 150,00 metri; la S.P. n° 47 per complessivi 200,00 metri; la S.P. n° 49 del Tono tra il km 1+000 e il km 3+000; la S.P. n° 50 bis dir di Dinnammare per complessivi 2.000,00 metri; la S.P. n° 72h di Camicia per circa 150,00 metri; la S.P. n° 73d di Femminamorta; la S.P. n° 75a di Spinesante dal km 2+000 al km 2+288 per circa 300,00 metri; la S.P. n° 77a di Case Siena e Case Alesci tra il km 0+500 e il km 0+850; la S.P. n° 77b dei Villaggi di Barcellona tra il km 1+150 e il km 1+690 circa; la S.P. n° 80 bis di S: Paolo tra il km 0+900 e il km 2+300; la S.P. n° 82a di Malasà tra il km 2+350 e il km 2+850; la S.P. n° 84d di Centineo dal km 0+800 al km 1+165 e la S.P. n° 86 di Porticato dal km 0+700 al km 1+000 circa..
I problemi riscontrati sulle predette strade sono scaturiti a seguito della vetustà del piano viabile e anche dagli avversi eventi meteorologici susseguitisi nelle passate stagioni invernali che, a causa dell’insufficiente raccolta delle acque bianche e dell’azione erosiva delle acque ruscellanti lungo le strade, hanno deteriorato lo strato d’usura della pavimentazione stradale interessando le strade in vari tratti.
Le carreggiate delle sopra indicate strade provinciali sono prevalentemente interessate da evidenti deformazioni e lesioni, dovute anche a probabili cedimenti del sottofondo stradale, ed in particolare da fenomeni di cedimento del piano viabile, da continua formazione di buche, dalla deformazione dell’asfalto, dall’erosione totale della segnaletica stradale orizzontale.
I lavori, la cui aggiudicazione è avvenuta per un importo di 470.240,77 euro, al netto del ribasso del 31,625%, sono stati consegnati alla ditta vincitrice.

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.