Il 25 Aprile, il valore di una ricorrenza tra storia ed attualità: “Viva l’Italia, l’Italia liberata”

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

La festa della Liberazione d’Italia viene istituzionalizzata con la legge n. 260, il 27 maggio 1949, grazie alla proposta del Presidente del Consiglio Alcide De Gasperi.

Giunta al 74esimo anniversario, la giornata simbolica è molto sentita in diverse città d’Italia nonostante gli schieramenti politici.
Dichiara il Presidente Mattarella alla vigilia della ricorrenza:
“La vostra azione è volta a perpetuare il ricordo di chi ha perso la vita per riscattare la dignità del nostro Paese. La vostra testimonianza rappresenta un monito a un argine permanente contro le interessate riscritture della storia. Un popolo in grado di riscattarsi e riappropriarsi del proprio destino contro un regime nemico dei suoi stessi cittadini: questo è il significato del 25 aprile”.
I festeggiamenti sono iniziati a Roma con la tradizionale deposizione della corona di alloro al monumento del Milite Ignoto, all’Altare della Patria in Piazza Venezia, ad opera del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella in un panorama di Bandiere e banda musicale.
Presenti anche il Presidente del Senato, il Presidente del Consiglio dei Ministri, il Presidente della Corte Costituzionale, i vertici militari e le autorità locali.
Dopo la cerimonia di omaggio, il Presidente Sergio Mattarella è partito per Vittorio Veneto, città decorata della Medaglia d’Oro al Valore Militare, per prendere parte alla commemorazione.
A Messina è stata celebrata la ricorrenza coordinata dalla prefettura in Piazza Unione Europea, dove è stata depositata la corona di alloro al monumento dei caduti.
Presenti le autorità religiose, civili e militari, le Forze Armate, l’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia e numerose scolaresche.
Anche in alcuni comuni dei Nebrodi sono stati realizzati eventi commemorativi: a Capo d’Orlando è stata organizzata la “Pedalata Resistente” curata da Legambiente, CGIL e Quajetri; ad Acquedolci un corteo terminante con la cerimonia della deposizione della corona di alloro.
Al di là del valore nazionale, per molti cittadini il 25 aprile rappresenta un giorno da vivere con gli affetti e, magari, anche un’occasione per rivedere amici lontani trascorrendo con loro alcune ore all’aria aperta. Per fortuna le temperature di oggi sono state favorevoli.

“Viva l’Italia, l’Italia liberata,
l’Italia del valzer, l’Italia del caffè.”
Citazione di Francesco De Gregori

Valentina M. Di Salvo

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.