Barcellona PG. Commemorato il Maggiore Giuseppe La Rosa nel 6° Anniversario della morte in Afghanistan 

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Si è tenuta nel tardo pomeriggio di ieri, sabato 8 giugno 2019, la Cerimonia di Commemorazione del Maggiore Giuseppe La Rosa, Medaglia d’Oro al Valor Militare ucciso esattamente sei anni addietro in un attentato terroristico a Farah (Afghanistan), mentre difendeva i propri commilitoni.

L’evento ha avuto luogo presso l’ingresso del Parco Urbano a Lui intitolato ed è stato organizzato dall’Associazione Bersaglieri di Barcellona Pozzo di Gotto insieme ai familiari del Maggiore La Rosa con la collaborazione dell’Amministrazione comunale. L’arrivo nella caratteristica e gioiosa andatura della “Fanfara dei Peloritani” di Castroreale diretta da Domenico Mirabile ed intitolata allo stesso Maggiore La Rosa ha aperto il momento topico della commemorazione con gli Onori, il Silenzio fuori ordinanza, l’apposizione di una Corona d’alloro ed un breve intervento da parte del Sindaco Roberto Materia, con a fianco Biagio La Rosa il papà del Maggiore, che indossava il cappello da bersagliere, e poi la mamma, altri familiari e tantissimi cittadini. La Cerimonia è stata curata da Antonino Pino. Erano presenti gli Assessori Raimondo e Munafò, numerosi consiglieri comunali e la Protezione Civile.

Domenico Mirabile ha donato a Biagio La Rosa una maglia della divisa con su scritto il cognome La Rosa. A seguire la “Fanfara dei Peloritani” ha fatto un mini concerto eseguendo marce militari prettamente legate al Corpo dei Bersaglieri, eseguendo anche, per la prima volta a Barcellona Pozzo di Gotto una Marcia scritta dal Bers. Giovanni Zarola e dedicata proprio al sacrificio dell’Eroe Giuseppe La Rosa.

Il Maggiore Giuseppe La Rosa cadde sul Campo dell’Onore e del Dovere l’8 giugno 2013.

Impegnato con suoi commilitoni in un movimento logistico nella provincia afghana di Farah, il vettore Lince a bordo del quale viaggiava fu fatto oggetto di un attacco terroristico con un ordigno lanciato all’interno del mezzo nel quale si trovavano La Rosa e altri soldati italiani, tre dei quali subirono ferite non letali grazie a La Rosa che fece scudo col proprio corpo all’esplosione.

—————————————-

MEDAGLIA D’ORO AL VALOR MILITARE

Alla Memoria

MOTIVAZIONE

«Ufficiale dei bersaglieri, impegnato nella missione ISAF in Afghanistan, nell’ambito dei team militari di supporto alle Forze Armate Afghane, durante un movimento tattico logistico veniva fatto oggetto di un vile attentato terroristico. Con eroico gesto, dimostrando non comune coraggio, impareggiabile generosità e cosciente sprezzo del pericolo, si immolava ponendosi a scudo delle altrui vite, proteggendole con il proprio corpo dalla deflagrazione di un ordigno lanciato all’interno del veicolo nel quale viaggiava.

Altissima testimonianza di nobili qualità umane ed eroiche virtù militari, spinte fino al supremo sacrificio.»

Farah (Afghanistan), 8 giugno 2013

Ricordiamo infine che domani, lunedì 10 giugno 2019 presso Convento di “Sant’Antonio da Padova”, alle ore 10,30 si terrà la Celebrazione Eucaristica in memoria del Maggiore Giuseppe La Rosa alla presenza delle Autorità Civili e Militari.