Barcellona PG. Raccolta Differenziata, al via domani rimodulazione delle Isole Ecologiche Mobili

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Da Palazzo Longano arrivano nuove comunicazioni in merito alla gestione della raccolta differenziata, infatti come annunciato nei giorni scorsi, da domani saranno operative le nuove modalità di conferimento nelle Isole Ecologiche Mobili (IEM).

Da domani, dunque, il conferimento presso le IEM avverrà seguendo il medesimo calendario applicato alla raccolta porta a porta: non sarà più consentito il conferimento di tutte le tipologie di rifiuti, ma le IEM accoglieranno giorno per giorno solo le tipologie per le quali nella stessa giornata è previsto il conferimento anche nelle zone servite dal sistema porta a porta.

“E’ la prima iniziativa che si attua, a costo zero, a seguito dei tavoli tecnici dei giorni scorsi per cercare di migliorare la funzionalità – si legge nella nota a firma del sindaco Roberto Materia – dei servizi d’igiene urbana ed incrementare le percentuali di raccolta differenziata conseguiti.
Non dimentichiamo che la differenziazione dei rifiuti è un obbligo etico che dobbiamo assolvere nei confronti di noi stessi e, soprattutto, dei nostri figli, con l’obiettivo di liberare la Terra dalla morsa soffocante della plastica e delle altre tipologia di rifiuto, ma costituisce anche un più pragmatico obiettivo economico di breve periodo, perché permette di ridurre i costi dei servizi e, dunque, anche le tariffe.
Nell’immediato, poi, non differenziare significa anche non conseguire gli obiettivi che la recente ordinanza del Presidente della Regione n. 4 del 7 giugno scorso impone ai Comuni, per la quale dovranno essere gli stessi Comuni a trasferire fuori regione, a propria cura e spese, i quantitativi di rifiuti non differenziati eccedenti il 70% della raccolta dello stesso mese dell’anno precedente.
Da quest’obbligo sono esclusi i Comuni che al 30.09.2018 potranno certificare il conseguimento di un livello di raccolta differenziata non inferiore al 30%.
Fare raccolta differenziata, dunque, non solo è un obbligo – etico e giuridico allo stesso tempo – ma anche conviene.
A queste riflessioni chiamo quei concittadini che ancora oggi, in dispregio delle regole giuridiche e di civile convivenza, si permettono di abbandonare indiscriminatamente rifiuti indifferenziati per strada.
Certo, la “macchina” della raccolta differenziata deve ancora migliorare, ma i cumuli di rifiuti che troviamo abbandonati in numerosi punti della città ed in ogni ora del giorno non derivano da imperfezioni dell’organizzazione ma sono il frutto di comportamenti che, oltre a costituire violazioni sanzionabili, rendono indecorosa la nostra Città – la casa in cui abitiamo – e sono irriguardosi verso tutti quelli che con senso di partecipazione civica adempiono ai propri doveri di cittadino.
Il rispetto delle regole da parte di tutti libera risorse che oggi devono essere utilizzate per rimuovere le micro-discariche che si accumulano sul territorio e può rendere più rapido il passaggio ad un efficiente sistema di raccolta differenziata. Al di là dei controlli fatti dalla Polizia Municipale, dunque, il senso civico resta lo strumento più efficace per assicurare l’igiene e il decoro della città e per raggiungere gli obiettivi che ci sono imposti dalle norme.
Un impegno minimo di ciascuno ci potrà condurre a un grande risultato collettivo.
Ricordiamo, una volta ancora, i canali informativi utilizzabili per ottenere tutte le informazioni necessarie per smaltire correttamente i rifiuti, per conoscere la localizzazione delle isole ecologiche mobili, i giorni e gli orari di conferimento e ogni altra notizia richiesta: il numero verde gratuito 800 164 722 (anche per lo smaltimento degli ingombranti), il portale web del Comune (www.comune.barcellona-pozzo-di-gotto.me.it) o quello della Dusty (www.dusty.it), nelle apposite sezioni, o l’app dedicata “Dusty Barcellona Pozzo di Gotto” (iOS o Android).
Chi, ancora, non disponesse del kit per raccolta differenziata potrà ottenerlo rivolgendosi al CCR di C.da S. Andrea (zona artigianale)”.

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.