Condividi:

Contro una Salusport molto agguerrita l’Ottica Sottile si porta in vantaggio di due set, ma soltanto sul filo di lana riesce ad evitare il tie-break. In una Aia Scarpaci ancora una volta gremita, l’Ottica Sottile continua la sua marcia e, dopo un match a corrente alternata riesce a superare, non senza difficoltà, la Salusport di Mister Porretta. Che l’incontro non fosse facile lo si sapeva, anche perchè entrambe le formazioni erano alla spasmodica ricerca di punti. Barcellona, in virtù dei risultati del sabato, era obbligata a vincere per mantenere la testa davanti allo Sciacca, mentre la Salusport, dal canto suo, doveva per forza far punti per tirare rimanere fuori dalla zona retrocessione. Il risultato di questi fattori è un incontro nervoso e molto falloso, con un numero spropositato di errori da ambo le parti della rete. Nelle prime battute Petralia fa subito capire di non esser venuta a Barcellona per fare il ruolo di vittima sacrificale, ma la Morgan risponde colpo su colpo. Le due squadre viaggiano a braccetto per tutta la durata del parziale, Petralia nella fase finale si porta avanti, amministrando con sagacia un mini-break di 3 punti, colmato soltanto sul filo di lana da Crisafulli e compagni, che a quota 23 dapprima agganciano e poi sorpassano gli ospiti, aggiudicandosi il primo set. Al cambio campo Barcellona, incamerata la lezione del parziale precedente, entra con tutt’altro piglio sul taraflex dell’impianto di casa, in un batter di ciglia di porta avanti (14-7) vantaggio che amministra, portandosi sul 2 a 0 senza eccessivi patemi d’animo. Alla ripresa delle operazioni di gioco la squadra di casa però fa l’errore di rilassarsi oltremodo, mentre dall’altra parte della rete D’anna e compagni hanno dal canto loro il grande merito di non mollare e di crederci fino in fondo. Barcellona ritorna quella fallosa e contratta vista nel primo set. Commette un numero elevato di errori, cedendo definitivamente intorno alla metà del set. Petralia ne approfitta, strappa un break di 4-5 punti che amministra con sagacia fino al 21-25 che rimanderà l’epilogo del match al set successivo. Nel quarto ed ultimo atto della gara, il copione non cambia più di tanto. L’Ottica Sottile alterna belle azioni a banali errori, mentre Pidone trascina la propria squadra. Quando il tie-break sembrava ormai sempre più vicino, Barcellona ritrova grinta e concentrazione che erano andate smarrite, e dopo il secondo time-out per i barcellonesi (23-24) i padroni di casa riescono dapprima ad impattare il punteggio con un ace e poi a conquistare definitivamente punto e partita sul 26-24. Con quest’ultimo successo Barcellona mantiene inalterati i distacchi in classifica, con Capaci sempre avanti di quattro lunghezze e Sciacca, che nell’ultima uscita ha regolato Mazara per tre set ad uno, sempre dietro di 3 lunghezze. Importante in quest’ultima uscita l’apporto di tutti gli atleti messi a referto, anche perchè mai come questa volta Enza Torre ha utilizzato tutti i propri cambi a disposizione, avendo importanti e, visti i punteggi dei parziali, quanto mai fondamentali contributi indistintamente da ognuno dei ragazzi. Nel prossimo turno Barcellona andrà a far visita alla Pallavolo Messina, mentre Sciacca sarà ospite proprio del Salusport di Petralia Sottana. Soltanto alla fine di questi due incontri sapremo chi tra Ottica Sottile e Volley Club Sciacca accederà alla poule promozione.

Ottica Sottile Barcellona – Salusport Club Petralia (PA) 3-1 (25-23, 25-20, 21-25, 26-24) Ottica Sottile: Mazzeo, Marchetta, Catania, Saccà, Trifilò, Di Lorenzo, Crisafulli, Saitta, Pantano (L), Biondo, Gitto, Accetta. All. Torre Petralia: Lo Leggio, Pidone, Di Prima, Valenza, D’Anna, Sabella, Bellomo, Migliore, Alberti (L). All. Porretta. Arbitri: Visalli e Burrascano (FIPAV Me)

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.