Condividi:

I finanziamenti europei per gli interventi di valorizzazione delle aree di attrazione culturale arriveranno anche a Barcellona Pozzo di Gotto.

Tra i 19 progetti finanziati, con le risorse del Piano di Azione e Coesione, dal Ministero dei beni e delle attività culturali in favore di Comuni del Sud Italia rientra, infatti, la proposta progettuale presentata lo scorso mese di Agosto da un’aggregazione di Comuni – tra cui Barcellona Pozzo di Gotto – che, in rete, hanno presentato un progetto precipuamente finalizzato ad esaltare le caratteristiche identitarie del territorio attraverso la valorizzazione dei grandi attrattori presenti nella vasta area che si estende lungo la costa tirrenica della Sicilia, accorpando l’arcipelago delle Eolie ed attraversando l’intera regione dei Nebrodi ed una consistente parte dei monti Peloritani, ovvero la dorsale settentrionale sicula.

Barcellona Gotto si è inserita in questa iniziativa con un progetto di valorizzazione e promozione delle realtà museali locali e dei poli di attrazione culturale già esistenti attraverso una progettazione che mira a migliorarne l’accessibilità e la sicurezza.

L’Accordo di programma, al quale seguirà l’attuazione del Piano e la sottoscrizione, da parte del Comune capofila, della Convenzione con il MIBACT, è stato firmato dall’Assessore alla cultura Ilenia Torre, che già aveva nei mesi scorsi partecipato ai tavoli tecnici con l’Architetto Rosario Andrea Cristelli, esperto dell’Amministrazione Materia.

“Promozione e valorizzazione della cultura e delle realtà culturali presenti sul nostro territorio hanno rappresentato uno dei temi sui quali questa Amministrazione ha acceso i riflettori sin dal primo giorno dell’insediamento. Essere riusciti a rientrare in questo finanziamento ci darà l’opportunità di partecipare, con maggiori punteggi, alle ulteriori linee di azione per la progettazione culturale che in tempi brevi saranno promosse dal MIBACT e ciò rappresenta per la città di Barcellona Pozzo di Gotto una grande opportunità per dare la giusta rilevanza ai numerosi poli di attrazione culturale che fanno parte del nostro territorio, una realtà le cui potenzialità turistiche e culturali devono diventare uno dei fiori all’occhiello attraverso cui promuovere una reale e concreta strategia di sviluppo sostenibile del territorio”.

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.