Condividi:

Si alimenta la protesta, dopo la rabbia per la mancata partenza dei Cantieri lavoro con un ritardo incomprensibile rispetto ad altri comuni, adesso il mancato pagamento dopo i tre mesi di servizio dei 67 lavoratori svolti dal 1 ottobre al 31 dicembre 2020.

Sul caso è intervenuto anche il gruppo M5S che sollecita attenzione sui lavoratori, che oggi si trovano in una situazione di assoluta precarietà specie alla luce del periodo economico e sociale nella città del Longano, come nel resto d’Italia.

“Attendono ancora di essere pagati per il lavoro svolto. Come avevamo già evidenziato a Novembre, – spiegano – al momento dell’avvio del progetto, qualcuno aveva dimenticato di inviare alla Regione la comunicazione dell’avvio dei Cantieri di Lavoro.
La situazione sembrava essersi sbloccata a fine Dicembre quando era stato finalmente pagato il salario di Ottobre. Oggi, dopo 4 mesi, questa Amministrazione continua a dimenticarli.
A quanto pare l’Ufficio Ragioneria del Comune ad oggi non ha ancora ricevuto le determine che gli consentirebbero di inviare i pagamenti ai lavoratori.
Ricordiamo che 67 famiglie senza reddito, per ottenere questo incarico a termine, – concludono – hanno rinunciato al reddito di cittadinanza e oggi non hanno di che vivere”.

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.