Condividi:

A Palazzo Longano, i gruppi consiliari Azzurri e Città Aperta presentano una mozione congiunta al fine di stimolare l’amministrazione a convocare le organizzazioni della proprietà edilizia e le organizzazioni dei conduttori maggiormente rappresentative al fine di promuovere la stipula di un accordo che consenta una più agevole applicazione in città della normativa sul canone concordato.

“Tale normativa, oltre a consentire di calmierare il prezzo delle locazioni, -spiegano Carmelo Pino del Gruppo Azzurri e Antonio Dario Mamì del Gruppo Città Aperta – porta con sè delle importanti agevolazioni fiscali per il proprietario – il quale beneficia di una tassazione ridotta sui canoni di locazione e una riduzione del 25% dell’aliquota IMU – e per il locatario – il quale ottiene delle specifiche detrazioni ai fini IRPEF. E’ quindi importante allinearsi a quanto già fatto dai comuni vicini, quali Messina e Milazzo.

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.