Condividi:

Arriva un’altra sconfitta per La Briosa Barcellona in quel di Tortona nella settima giornata di campionato, al termine di una gara terminata all’overtime, con i giallorossi privati del capitano Migliori che hanno giocato con cuore e orgoglio fino alla fine. Nel turno infrasettimanale, i giallorossi  riabbracciano Smith, dopo lo stop di un mese a causa dell’operazione al menisco, che gioca molto bene nei primi due quarti.

Buono il primo tempo condotto dai ragazzi di Coach Bartocci che non hanno lasciato molto spazio ai padroni di casa, dettando il loro ritmo e i loro tempi di gioco. Nel secondo tempo, il copione è totalmente diverso. Tortona con calma e sangue freddo, riesce a riaprire e far sua la partita. Match avvincente, tra mordi e fuggi, la gara si decide solo dopo un tempo supplementare con il punteggio di 86 – 78.

PRIMO TEMPO – La Briosa  rompe subito il ghiaccio e firma il primo canestro del match senza difficolta. I padroni di casa a primo impatto fanno un po’ di fatica a trovare i primi punti del match ma rimediano recuperando un extra possesso e realizzano senza alcun problema. Fallucca e Cefarelli vogliono far capire a Tortona che non sarà un match del tutto semplice e senza pensarci due volte,  realizzano cinque punti consecutivi, (5 – 7).

Le due squadre con il passare dei minuti si scaldano ulteriormente e iniziano a bombardarsi a vicenda. Dando vita ad un accesissimo Botta e risposta. Dopo cinque minuti di gara, Tortona e Barcellona, sostano momentaneamente sul punteggio di 10 – 14. Smith al tanto atteso ritorno in campo, non fa altro che evidenziare la forte voglia di, calcare il parquet e divertire il pubblico, cinque punti consecutivi per lui e Barcellona si porta a +4. Fallucca approfitta del silenzio di Marks e Ammannato,  e con una serie di giocate porta Barcellona a +8, (10 – 18). Garri vuol provare a scuotere i compagni, fa a sportellate sotto le plance e vola in lunetta. Realizza 2/2, Tortona applica il raddoppio sistematico e grazie alla forte pressione difensiva non permette a Barcellona di oltrepassare la meta campo, Marks recupera il pallone e converte la buona difesa in punti. I padroni di casa non cambiano il tipo di pressione e recuperano l’ennesimo possesso. Questa volta a realizzare ci pensa Simoncelli,  che accorcia le distanze sul -2, (16 – 18). Garri, sconfigge la timidezza e senza pensarci due volte pareggia i conti, 18 – 18.  Smith, ha fretta di recuperare il tempo perduto a causa dell’infortunio e quando ha la possibilità brucia la retina con molta semplicità, 18 – 21.  Fallucca lo asseconda e il primo periodo termina 20 – 23.

Nel secondo quarto torna in campo una Tortona una dose di aggressività maggiore rispetto al primo periodo, Spissu non accetta l’atteggiamento dei compagni, attacca il canestro e subisce fallo. Vola in lunetta ma realizza il 50%, accorciando così le distanze sul 21 – 23. Smith non sta a guardare e certamente non le manda a dire, punta il canestro e dalla lunghissima distanza non perdona lo spazio lasciatogli dalla difesa. Bianconi e Fallucca sono sintonizzati sulla stessa frequenza del compagno e riservano lo stesso trattamento alla difesa della Orsi, toccando il +12, con il punteggio di 21 – 33. Dopo diversi errori generati dall’attacco dei padroni di casa arriva la tripla di Simoncelli, Smith questa volta non riesce a rispondere prontamente, i ragazzi di Coach Cavina comunque, non riescono ad accorciare le distanze. Brooks recepisce il messaggio lanciato dal compagno Simoncelli e da il suo contributo, quattro punti personali consecutivi, che riportano il  tabellone sul 28 – 33. Dopo svariati minuti di puro silenzio sul fronte siciliano, Loubeau prende l’iniziativa, subisce fallo, vola in lunetta per sbloccare la situazione, realizza il 100 %. Brooks intravede un raggio di luce, riacquista le speranze e insacca cinque punti di fila,  32 – 35. Maccaferri non vuol buttare al vento l’operato dei precedenti minuti e realizza due canestri dalla media. Reati e Brooks non pensano minimamente di allentare la presa e danno filo da torcere alla difesa ospite. Capitanelli non smette di combattere, fa a botte e subisce un fallo , dalla lunetta non sbaglia e il tabellone recita 35 – 40. Marks lo imita e riaccorcia le distanze sul -2. Il secondo periodo termina 38 – 40.

 

SECONDO TEMPO – Tortona non perde tempo, riporta in equilibrio il punteggio ma dura pochissimo. Fallucca non si fa pregare e rimette la testa avanti con un tiro dalla media. Garri non se la sente di vanificare il duro lavoro dei suoi, fa a sportellate e riporta in parità le due squadre sul 42 – 42. Loubeau non si tira indietro, fa le valige e vola dritto a canestro. Simoncelli lavora duro, poi piazza la bomba del +1, 45 – 44. Cefarelli non accetta la reazione dei padroni di casa, prende lo stesso biglietto di Loubeau e inchioda la schiacciata. Tortona difende bene a sprazzi e costringe l’attacco siciliano ad esaurire i 24 secondi offensivi. Spissu dall’altra parte guarda il gioco e le rotazioni offensive dei compagni e appena riceve il passaggio, si alza e insacca la tripla del +2,  48 – 46. Garri segue a raffica Spissu e sigla anche lui la tripla, 51 – 46. Loubeau prova a tener vicini gli ospiti. Marks prova ad accelerare, firmando un canestro dalla media distanza e uno dalla lunga distanza. Smith vuole la reazione dei compagni e mentre Tortona procede per la retta via, lui continua a remare, con l’obiettivo di riapre il match. Il terzo periodo termina 60 – 52.

 

Marks riprende il copione del terzo periodo anche nell’ultimo periodo.  Loubeau vuol dare il suo contributo alla squadra, rispondendo al fuoco avversario con una schiacciata. Reati fa il buono e il cattivo tempo, non lascia nulla al caso e  mantiene la distanza di sicurezza. Qualche minuto di silenzio tra le due compagini, poi il fallo tecnico attribuito a  Simoncelli. In lunetta si presenta Smith,realizza il 50% e si fa perdonare immediatamente, insacca una tripla  e riporta sul -6, i suoi.  Loubeau cavalca l’onda, attacca il canestro e subisce fallo, dalla lunetta non sbaglia, 64 – 60. I ragazzi di coach Cavina non rispondono, Loubeau inchioda il canestro del -2, 64 – 62. Brooks e Simoncelli capiscono il momento difficile e provano a caricare i compagni sulle spalle. Garri corre in aiuto e il punteggio, quando mancano poco più di un minuto è    71 – 64. Fallucca non molla, vuole la vittoria e realizza dalla media.  Smith lo asseconda, questa volta con una tripla, 71 – 69. Nuovamente Smith, subisce fallo quando mancano cinque secondi al termine del match. Sbaglia entrambi i liberi ma recupera il rimbalzo e realizza il canestro del pareggio , 71 – 71 il punteggio alla fine dei quaranta minuti regolamentari.

 

OVERTIME – Spissu parte con il piede sull’acceleratore, ci va giù pesante e affonda con la tripla del +3. Bianconi ha il dente avvelenato, attacca il canestro, subisce fallo e vola in lunetta. Realizza il 100% ma Brooks non lascia spazio agli ospiti, realizza e mantiene la distanza di sicurezza,  76 – 73. Loubeau approfitta degli errori offensivi dei padroni di casa e vola ad insaccare il canestro del -2. Garri illude, Barcellona e ripristina il vantaggio con un canestro dalla media, due canestri consecutivi e 80 – 75 sul tabellone. Bianconi e Centanni non demordono, mettono il fiato sul collo a Garri e co, e riportano sul -2 La Briosa. Brooks, Spissu  e Garri di esperienza gestiscono i possessi e chiudono il match con il punteggio di 86– 78.

 

Orsi Tortona – La Briosa Barcellona

(20 – 23); (38– 40); (60 – 52); (71 – 71); (86 – 78).

Tabellini e parziali

LA BRIOSA BARCELLONA: Pettineo N.e. Centanni 1 , Smith 26, Fallucca 15, Loubeau 16 , Capitanelli 1, Bianconi 11, Cefarelli 4  ,  Migliori n.e. , Maccaferri  4 ; Coach:  Maurizio Bartocci

 

ORSI TORTONA: Spissu 9, Maghet n.e., Riva n.e., Antonietti  n.e, Marks 16, Reati 9, Bianchi; Markus n.e., Simoncelli 10, Garri 19, Ammannato, Brooks  23,  Coach: Demis Cavina

 

 

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.