Condividi:

Si avvicina l’esordio stagionale per l’Igea Virtus che, domenica 3 settembre, farà visita, allo stadio “Sant’Antonio”, alla matricola Isola Capo Rizzuto.

Una doppia seduta di allenamento al “D’Alcontres-Barone” ha caratterizzato il mercoledì della squadra giallorossa che, sotto lo sguardo di mister Peppe Raffaele e del suo staff, sta continuando a preparare la trasferta, insidiosa, in terra calabrese, mentre la dirigenza è sempre impegnata sul mercato per cercare di sfruttare gli ultimi giorni della finestra estiva.
Ed è il direttore dell’area tecnica, Salvatore Grasso, a fare il punto della situazione in casa barcellonese dopo gli arrivi, ufficializzati nel pomeriggio di ieri, di Sanogo e Cuzzilla: “Il mercato è quasi chiuso, stiamo sistemando l’organico con giocatori nati tra il 1997 e il 2000 e, se ci sarà la possibilità, anche con un over che possa fare al caso nostro. Ma è un mercato difficile, soprattutto quello degli under, anche perché con otto siciliane la concorrenza sui pezzi pregiati è forte. Ritengo – ha continuato – che sia il più difficile rispetto alle altre categorie e, inoltre, quattro juniores in campo sono troppi, ma chi è bravo e merita gioca ugualmente”.
D’Amico, Santamaria, D’Antonio, Biondi o Merkaj sono solo alcuni dei nuovi juniores della rinnovata Igea Virtus che – ha confermato il direttore Grasso – “punta sui giovani e, infatti, l’età media è bassa, appena 22 anni. La nostra filosofia è questa, ringrazio sempre chi, lo scorso anno, ha dato tutto, spero che si continui così e che, anche chi è arrivato in questa stagione, si cali subito in questa realtà con la giusta mentalità. La società, anche se con un budget limitato, sta facendo grossi sacrifici, ma sia noi sia il mister siamo sempre attenti ai dettagli”.
Il primo banco di prova arriverà tra pochi giorni, quando i giallorossi affronteranno la matricola crotonese che ha già disputato, in Coppa Italia, due gare ufficiali: “Domenica ci aspetta una gara durissima, l’Isola Capo Rizzuto, con l’entusiasmo della neo promossa, cercherà di metterci in difficoltà perché la Serie D per loro è un vanto”.
La trasferta calabrese sarà solo la prima tappa di una lunga stagione, probabilmente ancora più insidiosa rispetto a quella passata, ma l’Igea Virtus ha senza dubbio le motivazioni giuste per confermarsi una realtà nel panorama della Serie D: “Sarà un campionato duro, nel quale affronteremo tanti derby, ma anche cinque formazioni campane che rappresentano piazze calde e, su tutte, penso alla Nocerina e all’Ebolitana”, ha dichiarato Salvatore Grasso, che ha concluso con un messaggio ai tifosi giallorossi, da sempre vero uomo in più, in casa e in trasferta, della squadra.
“Alcuni gruppi si stanno già organizzando per Isola Capo Rizzuto, questo ci fa piacere e possiamo essere una delle prime tifoserie del girone. Ma voglio chiedere ai nostri tifosi di aiutare i nostri giovani calciatori, alcuni alla prima esperienza. Mister Raffaele, con Trimarchi e Pirelli, si sta impegnando tanto e se vogliamo far bene non abbiamo alternativa al lavoro costante”.

Intanto nel pomeriggio di ieri l’Asd Igea Virtus Barcellona ha definito il tesseramento, per la stagione 2017/2018, dei calciatori Mohamed Sanogo e Claudio Cuzzilla, che vanno così a rinforzare il settore juniores.
Sanogo, centrocampista possente classe 1998, si è unito ufficialmente al gruppo giallorosso dopo una settimana di prova, mentre Cuzzilla è un terzino sinistro, classe 1998 originario di Melito di Porto Salvo, che vanta esperienze nei settori giovanili di Forlì, Acr Messina e Reggina, società che, nella passata stagione di Lega Pro, lo ha anche aggregato in prima squadra.

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.