Condividi:

A seguito di un forte smottamento di una collina vicina al tracciato autostradale, all’altezza di Letojanni, avvenuto stanotte, è stato reso necessario la chiusura della tratta autostradale Roccalumera-Giardini Naxos, in entrambi i sensi di marcia. La frana si è verificata intorno alle 4, quando una porzione importante si è staccata all’altezza dell’autostrada Messina-Catania, tra contrada S. Filippo e contrada Fondaco Prete. Le ultime piogge avevano provocato altre frane tanto da rendere necessaria la chiusura di una corsia dell’autostrada. Lo smottamento ha provocato un boato e vibrazioni avvertite dalla popolazione residente nelle vicinanze
Le prime avvisaglie si erano viste nello scivolamento di terra e detriti dello scorso 2 ottobre con immediati interventi degli uffici tecnici per la messa in sicurezza della viabilità nonché per ogni prima azione utile alla eliminazione del materiale franoso ed al contenimento del costone.
Alla luce della chiusura della tratta sono stati istituite le uscite obbligatorie di Roccalumera (per gli utenti provenienti da Me per Ct) ed allo Svincolo di Giardini Naxos (per quelli provenienti da Ct per Me).
Al momento sono in corso tutti i possibili interventi per ripristinare i luoghi e garantite le condizioni di sicurezza.
Il presidente del consorzio, Rosario Faraci, rassicura che, “gli Uffici Tecnici sono mobilitati, fin dal verificarsi dello smottamento, per tutto ciò che è possibile fare nell’immediatezza. Purtroppo il movimento franoso – determinato dalle condizioni atmosferiche di queste ultime giornate – ha penalizzato gli utenti costretti alla uscita obbligatoria ed a utilizzare la S.S. 114 con tutte le conseguenze del caso. In atto il Consorzio sta lavorando con il massimo impegno per ristabilire la viabilità e, comunque, ciò potrà aver luogo solo in condizioni di sicurezza”.

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.