Condividi:

Si è svolta oggi a palazzo dell’Aquila la riunione promossa dagli assessori allo sviluppo economico Maurizio Capone e al Bilancio, Roberto Mellina e dall’esperto al turismo Gaetano Nanì con gli albergatori cittadini ed i titolari di B&B sull’imposta di soggiorno.

L’obiettivo è stato quello di sensibilizzare la categoria, ricordando il ruolo di “incaricato di pubblico servizio” del titolare della struttura ricettiva, nel momento in cui riscuota dal turista la quota prevista e l’obbligo di versarla nei tempi previsti dal regolamento comunale nelle casse di palazzo dell’Aquila.
Capone, Mellina e Nanì hanno anche assicurato un supporto attraverso la messa a disposizione di un programma che permetterà una migliore interazione con l’apparato burocratico comunale.
“Purtroppo all’incontro hanno partecipato pochissimi operatori – hanno affermato gli amministratori – perdendo una occasione importante per avere contezza di come sarà organizzato questo servizio e soprattutto apprendere della disponibilità dell’Amministrazione di mettere a disposizione degli albergatori un programma, garantendo anche, senza alcun costo, la formazione, per consentire una corretta contabilizzazione dell’imposta e il versamento nel rispetto dei tempi, evitando così di accumulare ritardi che possono poi essere motivo di omissione con conseguenze pesanti in quanto come è noto i titolari di alberghi o di bed and breakfast assumono, con riguardo all’obbligo di esigere le somme dovute dai turisti, la duplice veste di “incaricati di pubblico servizio”, a cui sono potenzialmente ascrivibili una serie di reati contro la pubblica Amministrazione, e di “agenti contabili”, in quanto gestiscono denaro pubblico per conto dei Comuni».

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.