Condividi:

Un numero di avventori ai tavoli non conviventi tra loro nettamente superiore al limite massimo di quattro persone previste dalla normativa vigente e attività di ristorazione esercitata anche all’interno.

È quanto rilevato dai poliziotti del Commissariato di Patti durante i controlli anti-Covid operati nei giorni scorsi.

Riscontrata altresì l’assenza del previsto elenco con la registrazione dei clienti da tenere a disposizione dell’Autorità Sanitaria e degli altri enti preposti per un periodo di giorni 14.

I poliziotti hanno pertanto proceduto alla contestazione delle infrazioni rilevate e alla chiusura provvisoria dell’attività per giorni 5 al fine di impedire la reiterazione dell’illecito.

Ulteriori controlli a cura di tutte le forze di polizia saranno effettuati nei prossimi giorni con l’obiettivo di garantire il rispetto dell’attuale normativa.

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.